Ponsacco - Guida Turistica

CERCA ALBERGHI
Alberghi Ponsacco
Check-in
Check-out
Altra destinazione


RESET SRL
Recupero Crediti


.: PONSACCO
 Ponsacco è un comune di 12.580 abitanti della provincia di Pisa.
 A Ponsacco hanno sede numerosi negozi di mobili e una mostra permanente del mobilio. Ponsacco sorge nei pressi della confluenza dei fiumi Cascina e Era.
 L'economia locale si basa prevalentemente sulla produzione di mobili per la casa. Sono presenti anche alcune industrie alimentari e di materiali da costruzione.
 Il nome della località deriva dal composto di "Ponte" e "Sacco", quest'ultimo di origine germanica.
 La località venne citata per la prima volta in un documento ufficiale del 1197 e quindi in un atto notarile del 1366 che attesta la presenza in loco di un castello.
 Nel Quattrocento il castello di Ponsacco venne scelto dal Doge di Pisa come sua dimora per la posizione strategica al confine della Repubblica di Pisa e di Firenze, lungo l'asse viario che collegava le città di Lucca e Volterra.
 Nello stesso periodo, in seguito alla distruzione dei due importanti castelli di Camugliano e di Appiano, la comunità di Ponsacco si costituì in comune.
 Nel 1365 i Fiorentini attaccarono il castello di Ponsacco che resistette all'assedio, il territorio venne devastato e i castelli vicini distrutti. Sotto la giurisdizione della Repubblica Pisana il borgo venne cinto di mura e fortificato mediante la costruzione di bastioni.
 Alla fine del Quattrocento si riaccesero i conflitti tra le due Repubbliche di Pisa e di Firenze che si fronteggiarono molte volte sul territorio di Ponsacco. Nel 1389 e nel 1404 il borgo di Ponsacco venne incendiato dai Fiorentini che lo conquistarono nel 1406.
 Nel 1415 Ponsacco divenne Podesteria Fiorentina ma nel 1494 Pisa riuscì a riconquistare il borgo. Negli anni successivi Ponsacco continuò a essere conteso dalle due repubbliche fino al 1509, quando Firenze se ne impadronì definitivamente. Ponsacco si trovò allora sotto la dominazione dei Medici che si protrasse a lungo.
 Nel 1637 Ponsacco divenne sede di Commissariato Feudale sotto la giurisdizione del Marchese Filippo Niccolini, il quale venne nominato da Ferdinando II de' Medici.
 Il marchesato dei Niccolini durò fino al 1791, anche se la famiglia continuò a esercitare la propria influenza in tutto il territorio anche in epoca successiva.
 Nel 1807 Ponsacco venne invaso dai Francesi guidati da Napoleone Bonaparte che ivi rimasero stanziati fino al 1814, quando con il Trattato di Vienna, Ponsacco fece parte del Granducato di Toscana.
 Nel 1861 la città di Ponsacco venne annessa al Regno d'Italia dal Re Vittorio Emanuele II di Savoia.
 Tra le numerose manifestazioni che si svolgono periodicamente a Ponsacco segnaliamo qui la "Fiera Campionaria di Mobili" che si svolge annualmente nei mesi di ottobre e novembre. A essa si affianca una mostra permanente di mobili di manifattura locale.
 Fin dalla sua origine l’antica "Pons Sacci" ebbe una rilevante importanza strategica tanto che, che questa felice posizione di confine fra la Repubblica pisana e quella fiorentina, divenne ben presto un castello fortificato. Oggi Ponsacco è una moderna cittadina che vive prevalentemente grazie alla produzione e commercializzazione di mobili e arredamenti.